Logo

Visita Oculistica

Una Visita Oculistica classica si basa sullo studio del paziente e poi del suo occhio. Vanno analizzate la caratteristiche anamnestiche, la familiarità a determinate patologie (glaucoma, retinopatia diabetica, ecc), la presenza di allergie.

L'esame della vista si accompagna alla valutazione del senso cromatico e della sensibilità al contrasto, all'esame obiettivo del segmento anteriore e degli annessi (cornea, cristallino, camera anteriore, ecc) per arrivare  alla misurazione della pressione intraoculare e all'esame del fundus oculare (retina, vasi e nervo ottico).

L'esame del fundus oculare può essere realizzato in miosi (senza dilatare la pupilla), attraverso l'utilizzo del retinografo non midriatico, ma l'esame completo della periferia retinica va eseguito metodicamente con la pupilla in dilatazione farmacologica (colliri midriatici).

Nei casi sospetti in cui è necessario un approfondimento diagnostico o il monitoraggio di una patologia già nota (Glaucoma, DMLE, Fori Maculari, Cheratocono, ecc) possono essere consigliati Esami strumentali specifici (Oct, Campo Visivo, Topografia Corneale).

La visita si può corredare, specie nei bambini, dalla Visita Ortottica. Questa è volta a stabilire eventuali difetti di allineamento degli occhi, ambliopie, ecc.

© 2021 Studio Carbone Munno. Creazione Siti internet medici by LowCostWeb.IT - Internet Solutions